5 Vele. Trionfa Castiglione della Pescaia

Ecco le spiagge top per ecosostenibilità di Legambiente-Tci. Vince il lido grossetano. Sul podio Pollica e Posada. Ventuno le località premiate con il massimo dei voti dalla Guida blu.

La regina del 2014 è Castiglione della Pescaia: al comune del grossetano la palma di località “balneare” più ecostenibile d’Italia. precede Pollica-Acciaroli in provincia di Salerno e la sarda Posada. A queste e ad altre 18 località Legambiente e Touring club hanno assegnato le storiche “cinque vele” nella nuova “Guida Blu” dal titolo “Il mare piu’ bello”, dove viene raccontato il meglio delle località costiere italiane che hanno saputo coniugare, con successo, turismo e sostenibilità. Nella top five al quarto posto c’è Ostuni, in Puglia, quinta San Vito Lo Capo in provincia di Trapani. Santa Marina Salina (Me) è la prima tra le piccole isole ma anche l’unica isola al top. Molveno (Tn) vince la classifica dei laghi.

Significative le motivazioni che hanno portato alla scelta di Castiglione della Pescaia come località “regina” del 2014:  “La tutela e la valorizzazione dell’ecosistema costiero sono gli obiettivi del comune toscano che porta avanti progetti per la conservazione e la conoscenza dell’habitat dunale e della pineta litoranea, coinvolgendo scuole, cittadini e turisti”. Pollica, comune campano del Cilento, è stato premiato per il lavoro di “riduzione del consumo idrico” attraverso l’implementazione di un “sistema di trattamento delle acque di depurazione che ne consente il riuso per consumi non potabili”. Posada, nel nuorese, terzo posto tra le località con le cinque vele, è impegnata nella tutela e valorizzazione dell’ambiente con “il progetto di salvaguardia ambientale del sistema costiero, che ha permesso la rinaturalizzazione delle dune su un fronte di 8 km ed il rifacimento del ponte di accesso alla spiaggia di ‘su tiriarzu’. Il comune brindisino di Ostuni è stato premiato per aver “implementato un sistema di gestione ambientale certificato iso 14001” e per “aver dato il via nel parco regionale delle dune costiere e nell’area naturale di torre pozzella, ad una razionalizzazione degli accessi al mare, realizzando un sistema integrato bus+bici e allestendo aree di sosta e parcheggi distanti dalla linea di costa”. San Vito Lo Capo, perla siciliana, è un comune “impegnato in attività di valorizzazione del patrimonio ambientale per recuperare aree naturalistiche e preservarle”.